GDPR e Studio Medico: sei in regola? Scoprilo ORA

Ogni giorno medici privati, centri medici, Poliambulatori, si prendono cura di decine di pazienti dei quali possiedono moltissime informazioni personali. Queste ultime però devono essere gestite in modo responsabile, rispettando i regolamenti attualmente in vigore.

Dal 2018, ma soprattutto dal 2019 (a seguito di un periodo annuale di tolleranza), è entrato in vigore il GDPR, ovvero il regolamento generale europeo per la protezione dei dati. Tutti gli studi medici sono quindi chiamati a rispettare le norme previste da questo regolamento, pena la possibilità di incorrere in sanzioni salate. Ecco perché è necessario che ogni studio medico si assicuri di essere in regola.

Scopriamo insieme se sei in regola o no, analizzando gli step richiesti per adeguarsi alla normativa.

 

Cos’è il trattamento dei dati personali?

 

Quando parliamo del trattamento dei dati personali del paziente ci riferiamo a tutte quelle operazioni all’interno di uno Studio medico che prevedono l’utilizzo dei dati.

Pensiamo ad esempio alle informazioni con cui lavoriamo nel momento in cui registriamo un nostro nuovo paziente, riorganizziamo i suoi dati o li cancelliamo. Di conseguenza, ogni giorno, ogni ora, ogni studio medico ha a che fare con dati personali e ha l’obbligo di adeguarsi alle norme del GDPR.

In particolare, il primo passo da compiere per essere in regola è quello di rendere tutti i pazienti consapevoli del modo in cui tratterete i loro dati personali. Questo può essere fatto anche attraverso l’affissione dell’informativa del tuo studio medico in sala d’aspetto o in stanze adibite alle visite. Maggiore la chiarezza espositiva e la precisione, maggiore sarà anche la probabilità di essere in regola al 100%.

 

Principali step per essere in regola con il GDPR

 

Per evitare di incorrere in spiacevoli sanzioni, bisogna assicurarsi di essere in regole con la normativa prevista dal GDPR. Di seguito ti riportiamo gli step fondamentali da compiere per trattare i dati dei pazienti seguendo le norme del GDPR:

  1. Definire chi è soggetto al trattamento dei dati. Dobbiamo capire se è solo il paziente, o anche i medici e i collaboratori sono soggetti al trattamento dei loro dati personali. Sulla base di questo si individueranno poi le normative d seguire.
  2. Creare e strutturare l’informativa privacy in modo chiaro, preciso e facilmente comprensibile. Questa informativa verrà poi mostrata alle persone soggette al trattamento dei dati per renderle consapevoli del modo in cui i loro dati vengono trattati dallo studio medico.
  3. Chiedere alle persone soggette al trattamento dei dati, il consenso alla privacy. Questo consiste nell’accettazione da parte dei pazienti, medici o collaboratori, del modo in cui i dati verranno trattati. Il consenso non è, tuttavia, sempre necessario, soprattutto se il trattamento dei dati ha lo scopo di curare il paziente. Il motivo sta nel fatto che i medici rispettano, per loro natura e formazione, il segreto professionale. Al contrario, nel caso in cui i dati vengano trattati a fini promozionali ad esempio, il consenso da parte del paziente è d’obbligo.
  4. Redigere un registro del trattamento dei dati. Si tratta di un documento in cui si trovano le modalità di trattamento dei dati, i dati archiviati e l’informativa della privacy di cui i pazienti devono essere consapevoli. In questo modo si sarà sempre pronti a qualsiasi tipo di controllo da parte di organi superiori.

 

 

Il trattamento dei dati personali, come abbiamo compreso in questo articolo, è una questione importante e regolata da normative che devono essere rispettate. Tutti gli studi medici prevedono il trattamento di dati, che siano di pazienti, medici e/o collaboratori. Per evitare di incorrere in sanzioni è quindi doveroso rispettare le normative previste dal GDPR. Ora che sai cosa prevede la normativa, assicurati che il tuo Studio medico sia in regola e provvedi a sistemare ciò che rimane.

 






Claudio Masin
Claudio Masin
info@kronostech.it

Fondatore e CEO di KronosTech srl. Ci occupiamo di Consulenza Aziendale, Servizi informatici evoluti, Prodotti Sanità. Ho esperienza ventennale nella consulenza nel mondo interno delle aziende, essendo stato COO per due aziende di livello nazionale. La mia passione per il mondo Medical mi ha portato oggi ad unire le due cose e creare Kronos.

Ancora nessun commento

Scrivici un commento