Spese Sanitarie 2021: l’invio è semestrale

Novità per quanto riguarda l’invio delle spese sanitarie al sistema Tessera Sanitaria. Per le spese sanitarie invio semestrale e controlli sono stati aggiornati proprio nel 2021. Questo in particolare a seguito dell’emissione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze del nuovo Decreto Ministeriale del 29 gennaio 2021. Questo Decreto ha determinato un nuovo calendario per l’invio delle spese sanitarie. Ecco, quindi, quali sono le nuove tempistiche di invio.

 

Spese sanitarie: invio semestrale e molto altro

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze si è occupato di rivedere il calendario per la trasmissione dei dati al sistema Tessera Sanitaria, in particolare per le spese sostenute.

Per le spese che siano state sostenute nel 2020 la trasmissione dovrà essere effettuata entro l’8 febbraio del 2021. Il Ministero, quindi, va a confermare la decisione presa già dall’Agenzia delle Entrate, che si era espressa mediante l’adozione del provvedimento del 22 gennaio del 2021.

Le spese che saranno sostenute nel primo semestre del 2021 andranno trasmesse entro il 31 luglio del 2021. Le spese che saranno sostenute nel secondo semestre del 2021 andranno trasmesse al sistema Tessera Sanitaria entro il 31 gennaio del 2022.

Infine, le spese sostenute dal primo gennaio del 2022 andranno trasmesse entro la fine del mese successivo. Come si può comprender per le spese sanitarie invio semestrale e nuove scadenze dovranno essere rispettati in modo preciso, ma questa non è l’unica novità.

Si specifica, infatti, come per la scadenza della trasmissione dei dati delle spese sanitarie, e anche di quelle veterinarie, si debba fare riferimento alla data in cui sia avvenuto il pagamento dell’importo inserito nel documento fiscale. Per questo si ritiene che, salvo ulteriori rettifiche, la trasmissione dei dati mese per mese potrà iniziare a partire dal primo gennaio del 2022.

 

 

 

Slittamento dell’invio delle spese sanitarie

 

Lo slittamento dell’invio delle spese sanitarie del 2020 è avvenuto, quindi, da poco più di un mese, ed in particolare all’8 febbraio del 2021. Uno slittamento che ha fatto spostare di otto giorni la prima scadenza prevista che, originariamente, era assestata al 31 gennaio.

Il rinvio originario è da imputare ad alcune difficoltà tecniche che sono emerse negli ultimi giorni del mese di gennaio del 2021, soprattutto relative alla trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria. Lo slittamento ha riguardato anche la possibilità di esercitare il diritto di opposizione all’utilizzo delle spese sanitarie sostenute nel 2020 per l’elaborazione del così detto 730 pre compilato.

Oltre a questo slittamento se ne registra uno ulteriore, che ha determinato lo spostamento dal 9 marzo al 16 marzo 2021 del termine entro il quale il sistema Tessera Sanitaria metterà a disposizione dell’Agenzia delle Entrate i dati per le spese sanitarie sostenute nel 2020, coni relativi rimborsi. Le scadenze, quindi, sono variate e consentiranno, dopo la conclusione del 2021 di avere un invio puntuale e continuo dei dati che riguardino la tessera sanitaria.

Questo allo scopo di mettere a disposizione sia del contribuente, sia dell’Agenzia delle Entrate, dei dati che siano sempre aggiornati e corretti.

 

Lasciaci un tuo contatto. Ti raggiungeremo in 24 ore e faremo insieme un check-up GRATUITO per aiutarti nel processo di digitalizzazione.

 






 

Claudio Masin
Claudio Masin
info@kronostech.it

Fondatore e CEO di KronosTech srl. Ci occupiamo di Consulenza Aziendale, Servizi informatici evoluti, Prodotti Sanità. Ho esperienza ventennale nella consulenza nel mondo interno delle aziende, essendo stato COO per due aziende di livello nazionale. La mia passione per il mondo Medical mi ha portato oggi ad unire le due cose e creare Kronos.

Ancora nessun commento

Scrivici un commento